Era ora

Era ora!
dopo aver sperimentato telegram come “armadietto” di alcuni pensieri, ho pensato bene che un Blog tutto mio sarebbe stato certamente piu interessante.

A dirla tutta, nell’epoca dei Social, un Blog “classico” potrebbe addirittura sembrare anacronistico, fuori tempo e fuori luogo:
invece non credo.
E’ proprio la fuga dai social che mi ha spinto a completare questo passaggio.

Sono sempre stato una persona che ama comunicare, raccontare e raccontarsi (non a caso, nella maturità la professione nella quale ritengo di dare il mio meglio è l’insegnamento, non perche io sia un chissà che guru ma perche adoro trasmettere quel che so, poco o tanto che sia!) ma il Social in stile Facebook rappresenta una semplice illusione in questo senso: Hai migliaia di contatti ed un feedback di gradimento che ti spinge a “migliorarti” in questa “gratifica”, e ti incanali nel loop del tuo pensiero illudendoti di “scambiarlo” con i tuoi contatti, ma ognuno è prigioniero di questa trappola , quidni il piu delle volte ci si ritrova semplicemente a dire la propria 8spesso arrivando allo scontro nonostante si sia della stessa opinione (magari solo lievemente diversa), e ne nasce uno stato d’animo fazioso che non mi piace

Il periodo del confinamento in epoca di “pandemia” mi ha fatto scontrare con la realtà del pensiero polarizzato dei social (infondo vivono di questo, il loro “Core business” sono le polarizzazioni dei pensieri, hanno algoritmi efficientissimi per stimolare la focalizzazione degli utenti su posizioni sempre piu estreme, quindi si va in risonanza acritica coalizzandosi con i propri simili contro (malamente) chi la pensa diversamente su posizioni via via inconciliabili.
senza contare il problema della censura, del pensiero unico, per cui non è più nemmeno ammesso accennare un dubbio dalla versione “main stream” che subito (per l’effetto della polarizzazione di cui sopra, ormai arrivata a livelli socio-patologici proprio per il delirio da confinamento) si finisce in diatribe “Scientisti” contro “Webeti”, “covidoti” contro “nocovid”..
NO GRAZIE!

Un bel Blog libero da questa dinamica, in cui scrivere quel che mi pare, un diario personale, su argomenti di mio interesse (spero di riuscire ad organizzarmi in aree tematiche), per il puro piacere di mettere i pensieri in fila (a prescindere che ci sia anche 1 sola persona interessata) credo sia una soluzione intelligente, PER ME!

non ho il dono della sintesi, “lasciate ogni speranza voi che entrate”!

😉